Forestbeat | Forestbeat #91
Nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise sono state localizzate le faggete più antiche d’Europa, candidate a diventare Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Noi vogliamo raccontarvi la storia di questo ecosistema così complesso e ricco di vita.
abruzzo, foreste, faggete, parco nazionale d'abruzzo, faggete vetuste, boschi, orso, lupo
21331
single,single-portfolio_page,postid-21331,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Forestbeat #91

La notte appenninica vede in azione la martora un predatore specializzato nella caccia di mammiferi e uccelli sugli alberi. Questo bellissimo mustelide fulvo e dalle dimensioni di un gatto, riesce ad inseguire le sue prede arrampicandosi con destrezza sui tronchi e sui rami più sottili e spiccando balzi fenomenali.
Come le sue prede d’elezione (scoiattoli e ghiri in particolare), anche la martora ha una lunga coda che funge da bilanciere per permetterle di rimanere in equilibrio durante queste acrobazie. Nel PNALM la martora è presente in alcune delle faggete più tranquille, ma sempre piuttosto rara e assai difficile da osservare. La sua presenza, infatti, spesso è rivelata solamente dai tipici escrementi scuri, stretti ed attorcigliati, che depone lungo i sentieri.

 

 

Predatori e prede, una danza senza fine
Una nuova entusiasmante storia di Forest Beat
http://www.forestbeat.it/predatori-e-prede/

 

 

#‎parcoabruzzo‬ ‪#‎forestbeat‬ ‪#‎faggetevetuste‬ ‪#‎immaginieavventure‬ #abruzzo
@brunodamicisphoto, @silvapictures, @wildlifeadventures

Date

April 14, 2017

Category

Forest